L’amore è eterno, finché non risponde.

Ester Viola la sa lunga. Rivelatrice di grandi verità sull’amore ai tempi di Facebook.

Come non fosse già abbastanza difficile trovare l’amore perfetto, poi bisogna pensare a come farlo durare. Difficile? Secondo lei impossibile.

Un sussegguirsi continuo di amori non corrisposti, un delirio di gente che si rincorre senza arrivare da nessuna parte come le anime degli Ignavi e alla fine quando tutto sembra andare bene ci sarà sicuramente un nuovo colpo di scena a toglierci ancora le speranze. Sembra la solita storiella, ma non lo è. Lei, avvocato divorzista che indossa pantaloni da passeggiatrice di Balenciaga, ci racconta il dramma dei lasciati ed il dramma dei lascianti. Sì, perchè anche i lascianti a volte vivono il dramma, meno rumoroso ma pur sempre un dramma.

La battuta fulminante è il suo dono. Sarcastica e sottile. Colta. Cinica.

Un romanzo d’amore moderno, fatto di chat, stalking sui social network e soprattutto di messaggi visualizzati a cui non arriva risposta. La peggiore delle sciagure sentimentali è LA NON RISPOSTA. Tu ti innamori, scrivi nella speranza di mettere a segno il colpo della vita, l’altro visualizza e non risponde, magari è felice con un’ altra. «Lasciarsi è una tragedia in due atti. Il primo quando lui se ne va. Il secondo è vederlo felice con un’altra».  Poi uno si innamora di te e tu finisci a piangere lacrime su un sushi a domicilio. E dormire di notte è l’unica vendetta possibile. Poi all’improvviso la luce di una notifica illumina la stanza e che si fa quando l’ex scrive a notte fonda?! Una vita difficile quella delle principesse moderne, in corsa per la carriera e alla ricerca di un principe azzurro che forse non esiste più.

La cosa divertente è che quando il principe azzurro ce l’avresti potenzialmente sotto al naso la cosa non ti interessa più di tanto. (Sì, sto parlando di quel caro amico, ragazzo perfetto, che si butterebbe nel fuoco per te e tu gli dai sì e no un abbraccino di consolazione). Troppo facile l’amore corrisposto. E ve lo dice una single per eccellenza, una che si sente single anche quando sta in coppia.

Ma la domanda è: anche i ricchi soffrono per amore? Sì. «Se diventi ricca soffri uguale. Anzi: chi non ti vuole, non ti vuole comunque, e quei pochi che ti vogliono, devi chiederti se ti vogliono per soldi».

Grandi grandi verità. Non saranno una borsa di Gucci o un paio di scarpe di Valentino a curarti le ferite del cuore, certo aiutano, perchè piangere sul sedile posteriore di una Rolls Royce è sempre meglio che piangere in un vagone del metrò diceva La Diva, però alla fine piangono tutti. Tutti. Nessuno escluso.

Certo è che poi tutto va come deve andare e non possiamo farci molto, il destino fa sempre il suo corso, assurdo, ma è il suo corso. «Le ossessioni passano in un unico modo: per stanchezza». – Rassegnatevi. E ricordatevi che tutti abbiamo l’amica cinica (KIKI) che -QUEL TIZIO NON MERITAVA NEMMENO IL TUO SALUTO-, ma non serve.  «Ragioni di orgoglio mi impediscono di chiederle se non è noioso avere ragione tutte le volte». Quando vi innamorate di qualcuno che inevitabilmente vi spezzerà il cuore ricordatevi che scapare non serve a nulla, bisogna solo aspettare che passi. «Voglio dire: non ci sono viaggi che risolvano i problemi sentimentali, nessun posto è lontano abbastanza per dimenticare». Lo scrive lei, ma ve lo garantisco io. Barcellona. 1.200 chilometri. Il mare però è sempre il mare e tutte le volte ti ricorderà il mare che guardavi con lui dal suo salotto.

Ester Viola ci insegna che se tu cerchi un uomo in carriera a bordo di una Porsche finirai con un ragazzo che nessuno avrebbe mai immaginato al tuo fianco, perfetto a modo suo, ma diverso da quello che volevi. Forse (e dico forse…) quello alla fine durerà. Perchè? La risposta sta dentro al romanzo dell’anno.

i-love-you

telephone

20100528_sviridova1

 

 Letture Mute:

Ester Viola, L’AMORE È ETERNO, FINCHÈ NON RISPONDE, Einaudi, 2016

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...