Lori:Avete presente il primo giorno di scuola quando guardi i tuoi compagni di classe e c’è sempre una ragazza che è il tuo opposto? Io, piccola, senza trucco e scarpa ginnica; l’altra ombretto, rossetto rosso e tacco a spillo. Poi una vacanza studio in Uk e da li siamo finite in ultimo banco emarginate dal resto.  Io con gli auricolari, annoiata; lei, mia compagna di banco che mi tagliava le doppie punte e mi assecondava su ogni iniziativa. Già iniziavamo a essere una grande squadra. Poi il grande amore mi porta in Spagna. Si cresce a distanza, ma il nostro legame non cambia. Un giorno a Natale torno a casa e lei mi presenta la mia “sostituta”… Il TRIANGOLO NO, NON L’AVEVO CONSIDERATO. E invece…”

Kiki:Quando ancora non esisteva la parola stalking, io giá lo praticavo. Per caso ovviamente. Metti che PER CASO trovi i messaggi di una tipa nelle mail del tuo fidanzato di allora. E che fai, non rispondi? Tutto è nato da una minaccia di morte. Lei ha risposto con <<Se vuoi ci beviamo un caffé>>. Era giá una vecchia saggia. Quel caffè l’abbiamo bevuto, scoprendo di avere molto in comune tranne che gli uomini. Da quel momento ho capito che avevo trovato il surrogato di quella mia Amica che tanto mi mancava. Degna sostituta, anche se non regge i cosmopolitan quanto dovrebbe. Cosa è successo poi… E’ storia.

GMDS: “Era Natale ed io indossavo la mia pelliccia di visone. Arriva lei, quella che pare abbia sostituito. Faceva freddissimo, ma lei di piú: gelida. La prima cosa che ho pensato è stata: <<E ‘sta malefica? >>. Poi la bella stagione, la mia auto ed Enrique Iglesias che ci portano al mare; una serata che ha cambiato il destino delle nostre vite. Noi divine, sedute a un tavolo accompagnate da uno sceicco, un toast, dei cosmopolitan e tante tante parole.”

<<Il tavolo più bello, il tavolo delle mute>>

mute

TO BE CONTINUED…